Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

STORIA DEL MUSEO

Le Origini del Museo risalgono alla metà del Cinquecento, con le raccolte di antichità del duca Emanuele Filiberto di Savoia, poi incrementate da Carlo Emanuele I nella Galleria d'arte da lui creata.

Al secondo decennio del Settecento risale la costituzione del Regio Museo dell'Università, voluto da Vittorio Amedeo II, re di Sardegna.

Nel corso dell'Ottocento quasi tutte le antichità classiche sono trasferite nel palazzo dell'Accademia delle Scienze, dove si è nel frattempo formata un'importante collezione egizia. Nasce così il Regio Museo di Antichità greco-romane ed egizie.

A partire dagli ultimi decenni dell'Ottocento cresce d'importanza la Sezione topografica piemontese e ligure in un rinnovato allestimento, all’interno dello stesso palazzo.

Nel 1940, con la definitiva separazione dal Museo Egizio, nasce il nuovo Museo di Antichità, che dal 1982 è trasferito in una sede propria, nelle Serre di palazzo Reale, dove ora sono ospitate le Collezioni. Una nuova struttura, raccordata alle Serre e creata nel 1998, accoglie la Sezione del Territorio piemontese. Di prossimo allestimento è la mostra Archeologia a Torino nel piano sotterraneo della Manica Nuova di Palazzo Reale.

Archeologia a Torino

Il Museo di Antichità di Torino prepara la sua terza sezione dedicata all’archeologia della città, intenzionalmente non inserita nel Padiglione del Territorio piemontese progettato dagli architetti Roberto Gabetti e Aimaro Isola e inaugurato nel 1998, dove si espongono i ritrovamenti del territorio piemontese, ad eccezione appunto di Torino

Leggi tutto

In primo piano

Info

Indirizzo:
Piazzetta Reale 1 - 10122 Torino

Telefono:
+39 011.5212251    +39 011.5211106

E-mail:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


ORARI

da martedì a domenica 9.00 - 19.00


Si avvisano i visitatori che per motivi di sicurezza non è possibile accedere ai Musei Reali con zaini, borsoni, trolley o altri tipi di bagagli di medie o grandi dimensioni

Sei qui: Home Storia del Museo