Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Le acquisizioni di Ariodante Fabretti

A partire dal 1871 il nucleo originario del Museo si incrementa ad opera dell’etruscologo perugino Ariodante Fabretti, divenuto Direttore del Museo, che acquista reperti dalla collezione raccolta da Luciano Bonaparte, principe di Canino, il quale aveva condotto, dal 1828, campagne di scavo nelle necropoli di Vulci. Fino al 1886 l’attenzione del Fabretti si focalizza solamente sul mercato antiquario chiusino, al punto che la collezione torinese finisce per comprendere un’elevata percentuale di materiale proveniente dall’Etruria settentrionale interna (in particolare bucchero pesante).

Alle acquisizioni di Fabretti è da riferire la cospicua serie di vasi –cinerario, dai canopi, a forma umana stilizzata (VII-VI a.C.), ai cinerari in bucchero pesante, alle olle dipinte e ai vasi di tipo campaniforme di età ellenistica. Il repertorio si completa con una discreta varietà di urne funerarie a cassa, in pietra o terracotta. Molte di queste ultime, con coperchio caratterizzato dal defunto sdraiato e decorazioni a tema storico, mitologico o relativo alla simbologia dell’oltretomba, ancora conservano tracce della vivace policromia che ne caratterizzava le superfici.

Archeologia a Torino

Il Museo di Antichità di Torino prepara la sua terza sezione dedicata all’archeologia della città, intenzionalmente non inserita nel Padiglione del Territorio piemontese progettato dagli architetti Roberto Gabetti e Aimaro Isola e inaugurato nel 1998, dove si espongono i ritrovamenti del territorio piemontese, ad eccezione appunto di Torino

Leggi tutto

In primo piano

Info

Indirizzo:
Piazzetta Reale 1 - 10122 Torino

Telefono:
+39 011.5212251    +39 011.5211106

E-mail:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


ORARI

da martedì a domenica 9.00 - 19.00


Si avvisano i visitatori che per motivi di sicurezza non è possibile accedere ai Musei Reali con zaini, borsoni, trolley o altri tipi di bagagli di medie o grandi dimensioni

Sei qui: Home Collezioni Settore delle Collezioni Storiche Collezioni etrusche Acquisizioni Fabretti