Font Size

Profile

Menu Style

Cpanel

Scopri il Museo di Antichità

Migranti dell'Antichità - Progetto didattico gratuito offerto dall'Associazione Amici del Museo di Antichità


Il Museo di Antichità e l’Associazione Amici del Museo di Antichità
cercano classi pronte a partecipare al nuovo progetto didattico gratuito
Migranti dell’antichità


Il tema delle migrazioni è quanto mai attuale: oggi, come nel passato più lontano, uomini e donne si spostano su lunghe distanze per scelta o più spesso per necessità portando con sé un “bagaglio” materiale composto da oggetti, ma soprattutto un prezioso patrimonio immateriale di tradizioni e usanze. Nell’antichità, come oggi, la mobilità degli uomini ha sempre portato a un lento ma arricchente mescolamento di culture e conoscenze che si vuole valorizzare e promuovere nell’intento di rendere il nostro passato vivo strumento di conoscenza e integrazione sociale.


Per partecipare bastano tre passi:

  • Leggo il progetto e scelgo il tema che preferisco tra i tre proposti
  • Contatto il Museo di Antichità per prendere accordi
  • Il giorno dell’attività mi presento puntuale alla biglietteria dei Musei Reali con l’elenco dei partecipanti su carta intestata della scuola

Le attività possono essere svolte entro la fine dell’anno scolastico 2015-2016, preferibilmente in orario pomeridiano.
Non ci sono limiti di tempo per aderire al progetto fino al raggiungimento dei posti disponibili. 

Il progetto
Migranti dell'Antichità sviluppa tre diversi temi attraverso un percorso museale supportato da schede didattiche e abbinato a una attività di laboratorio che prevede la realizzazione di manufatti rappresentativi del bagaglio materiale e immateriale del migrante antico. La compilazione di una “scheda archeologica” dell’oggetto che ciascun partecipante vorrebbe poter portare con sé intende suscitare l’immedesimazione nella condizione dei migranti antichi e odierni al fine di favorire la riflessione sul presente e come stimolo per un successivo confronto in classe.

1. Le migrazioni celtiche.
Realizzazione a cura di Associazione Archeologica Le Muse
Tra i popoli dell'antichità i Celti rappresentano i "migratori" per antonomasia, ma non sono sempre note e chiare le loro origini e le modalità e i tempi dei loro spostamenti nel corso dell'età del Ferro. La visita e il laboratorio di approfondimento sono finalizzati a definire la loro storia e l'impatto con le altre popolazioni con le quali vennero in contatto con particolare attenzione al territorio piemontese.
Il percorso si svolgerà tra il Settore di Archeologia a Torino e il Settore del Territorio piemontese.
Il laboratorio approfondirà il tema della trasmissione della scrittura con la realizzazione di un’iscrizione incisa su frammento di vaso e quello degli ornamenti personali come indicatori di status e di appartenenza culturale”.
Destinatari: Classi IV e V della Scuola primaria


2. La colonizzazione del Mediterraneo
Realizzazione a cura di Associazione Itineraria
Tra i movimenti migratori dell'antichità, riveste particolare importanza la colonizzazione delle coste del Mediterraneo che vide protagonisti Fenici, Greci ed Etruschi che si incontrarono in insediamenti di tipo emporiale e si scontrarono per la supremazia commerciale.
Il percorso svolto nel Settore delle Collezioni storiche, metterà in evidenza i vantaggi del contatto tra culture diverse nell'ambito della trasmissione di specifiche competenze.
Il laboratorio, prendendo spunto in particolare dell’osservazione dell’iscrizione trilingue redatta in latino, greco e punico proveniente dalla Sardegna, affronterà sia il tema della trasmissione della scrittura sia quello del plurilinguismo con la realizzazione di un’iscrizione in quattro lingue.
Destinatari: Classi IV e V della Scuola primaria.

3. Le invasioni barbariche.
Realizzazione a cura di Mediares
A partire dagli ultimi anni della dominazione romana, un'ingente ondata migratoria di popolazioni nomadi dell'Europa centro-settentrionale, travolge i paesi del Mediterraneo occidentale contribuendo in modo fondante a trasformare la cultura autoctona di stampo romano. Goti, Franchi, Burgundi, ma soprattutto Longobardi, hanno lasciato tracce evidenti del loro stanziamento nei nostri territori dove, nel corso dell'altomedioevo, hanno mutato le loro tradizioni incidendo allo stesso tempo su quelle delle popolazioni romane che vi abitavano.
Il percorso si svolgerà tra il Settore di Archeologia a Torino e il Settore del Territorio piemontese.
Il laboratorio sarà incentrato sui motivi decorativi che fortemente caratterizzano la cultura Longobarda prevedendo la realizzazione di una fascetta lavorata a sbalzo, decorata con motivi stilizzati e animalistici tratti dalle crocette auree e dagli oggetti di ornamento e di una formella in argilla decorata a crudo a stampiglia, la tipica tecnica utilizzata per decorare la ceramica.
Destinatari: Classi V della Scuola primaria e classi I della Scuola secondaria di primo grado.


Scarica il progetto

Referenti del progetto: Paola Greppi - Patrizia Petitti

Musei Reali di Torino - Museo di Antichità
Piazzetta Reale 1
Tel. 011 5212251
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.museoarcheologicotorino.beniculturali.it

La prima domenica del mese il Museo di Antichità è gratuito. Ritirate il biglietto presso la biglietteria del Polo Reale

AVVISO: Nuovo ingresso da Piazzetta Reale 1

Mostre

Eventi

Museo in viaggio

Prepara la tua visita

  • Individuale

  • Informazioni

  • Gruppi

  • Scuole

La biglietteria ha sede a Palazzo Reale
Biglietto unico (Museo di Antichità - Palazzo Reale - Armeria Reale - Galleria Sabauda)

Intero da € 12,00

Ridotto € 11,00 per i possessori del biglietto o voucher GTT – Citysightseeing Torino 

Ridotto da € 6,00 giovani dell’Unione Europea con età tra i 18 e 25 anni, insegnanti a tempo indeterminato

Ingresso gratuito per cittadini dell’Unione Europea sotto i 18 anni, scolaresche e loro accompagnatori, docenti e studenti delle facoltà di Architettura, Conservazione dei Beni Culturali, Scienza della Formazione, Lettere e Filosofia (corsi di laurea in Lettere e materie letterarie con indirizzo archeologico o storico artistico), Dams, Accademia di Belle Arti, membri I.C.O.M., dipendenti del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, persone munite di apposita tessera rilasciata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali per ragioni di studio, ufficio o compiti speciali, militari e vigili del fuoco nella loro funzione, guide turistiche e interpreti turistici. Gratuito per tutti la prima domenica del mese e in occasione di particolari eventi promossi dal Mibac.

Ingresso libero per i possessori dell’Abbonamento Musei e della Torino+Piemonte Card

Non è previsto l’acquisto del biglietto su prenotazione.

Visite gratuite tematiche a libera adesione, promosse dell’Associazione Amici del Museo di Antichità – Onlus, tutte le domeniche alle ore 16. Temi delle visite domenicali e appuntamenti speciali a cura degli archeologi del museo sono in evidenza nella sezione Eventi.

Informazioni:
tel. 011.5212251 /011.5211106 (centralino)
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La biglietteria ha sede a Palazzo Reale
Biglietto unico (Museo di Antichità - Palazzo Reale - Armeria Reale - Galleria Sabauda)

Indirizzo: Piazzetta Reale 1 - 10122 Torino

Orari: da martedì a domenica ore 9.00 - 19.00

Chiusura: lunedì, 1 gennaio, 1 maggio, 25 dicembre (salvo specifici progetti di aperture straordinarie indetti dal Ministero)

Servizi: il museo dispone di guardaroba, di un punto ristoro allestito con tavolini e dotato di distributori di bevande calde e fredde e di sale per laboratori didattici

Accessibilità: il museo non è dotato di un parcheggio proprio, si segnala la presenza di due parcheggi pubblici nelle vicinanze.
È possibile raggiungere il museo con i mezzi pubblici. Linee 4, 11, 13, 56, 57.
L’ingresso principale, provvisto di rampa, è accessibile al disabile motorio. Il Settore del territorio è pienamente accessibile ai visitatori con disabilità motoria grazie alla configurazione a spirale del percorso di visita priva di barriere architettoniche e dotata di servizi igienici dedicati. Nel Settore delle collezioni, compatibilmente con le caratteristiche dell’edificio storico, gli spazi destinati al pubblico sono stati adeguati all’accesso dei visitatori disabili con l’abbattimento delle barriere architettoniche grazie alla presenza di servoscala. Le persone disabili sono aiutate nell’accesso e nell’uso degli ausili dal personale di vigilanza, pertanto tutto il museo è visitabile da persone con difficoltà motorie. Il Settore delle collezioni è dotato di due montacarichi spaziosi, sprovvisti di numerazione in rilievo ed in braille sui pulsanti di comando, utilizzabili per raggiungere il primo piano.

Si avvisano i visitatori che per motivi di sicurezza non è possibile accedere al Polo Reale con zaini, borsoni, trolley o altri tipi di bagagli di medie o grandi dimensioni.

Informazioni e prenotazioni
tel. 011.5212251/011.5211106 (centralino) - fax +39.011.521.31.45 (fuori sede)
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per i gruppi superiori alle 10 persone è richiesto di riservare la fascia oraria di ingresso. Si consiglia di non superare le 25 persone a gruppo. La prenotazione è consigliata anche per i piccoli gruppi.

I gruppi che desiderano una visita guidata possono rivolgersi a professionisti (archeologi o guide turistiche) di fiducia degli stessi. In assenza di Servizi Aggiuntivi, si presenta l’elenco delle organizzazioni che svolgono da tempo attività di didattica archeologica e che si sono segnalate alla Direzione del Museo collaborando per eventi e appuntamenti speciali.

Non è previsto un biglietto cumulativo.

Prenotazioni e informazioni:
tel. 011.5212251/011.5211106 (centralino)
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Per i gruppi scolastici l’ingresso è gratuito. Al momento della visita è necessario presentare l’elenco dei partecipanti vidimato dal capo d’istituto; il documento autorizza a concedere il titolo di ingresso gratuito agli insegnanti accompagnatori e deve essere consegnato al personale di biglietteria.

La prenotazione della fascia di ingresso è obbligatoria. Gli ingressi dei gruppi sono previsti ogni mezz’ora.

Le visite scolastiche al Museo di Antichità possono essere condotte dagli stessi insegnanti anche con l’ausilio di materiali didattici messi a disposizione dai Servizi Educativi del Museo, dagli archeologi del museo nell’ambito di progetti sperimentali e convenzioni, da professionisti (archeologi o guide turistiche) di fiducia contattabili direttamente dagli interessati. In assenza di Servizi Aggiuntivi, si presenta l’elenco delle organizzazioni che svolgono da tempo attività didattica – percorsi cronologici e tematici, laboratori – e che si sono segnalate alla Direzione del Museo collaborando per eventi e appuntamenti speciali.


Prenotazioni e informazioni:
tel. 011.5212251/011.5211106 (centralino)
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Archeologia a Torino

Il Museo di Antichità di Torino prepara la sua terza sezione dedicata all’archeologia della città, intenzionalmente non inserita nel Padiglione del Territorio piemontese progettato dagli architetti Roberto Gabetti e Aimaro Isola e inaugurato nel 1998, dove si espongono i ritrovamenti del territorio piemontese, ad eccezione appunto di Torino

Leggi tutto

In primo piano

Info

Indirizzo:
Piazzetta Reale 1 - 10122 Torino

Telefono:
+39 011.5212251    +39 011.5211106

E-mail:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


ORARI

da martedì a domenica 9.00 - 19.00


Si avvisano i visitatori che per motivi di sicurezza non è possibile accedere ai Musei Reali con zaini, borsoni, trolley o altri tipi di bagagli di medie o grandi dimensioni

Sei qui: Home Eventi-in Evidenza Migranti dell'Antichità - Progetto didattico gratuito offerto dall'Associazione Amici del Museo di Antichità